CISTITE? NO, GRAZIE!




Non fa ancora così freddo eppure lei ha già riconquistato la scena: ecco a voi la cistite!


In negozio, nelle ultime due settimane, almeno una cliente al giorno lamenta episodi di cistite.

Che sia occasionale o ricorrente, è molto fastidiosa e spesso dolorosa.


Perchè sopravviene la cistite?


L’apparato urinario è sterile se non nel tratto terminale dell’uretra dove una piccola quantità di batteri, a causa della vicinanza con la zona perianale “sosta” prima di essere trascinata fuori dall’organismo dalla pipì (ok dovevo scrivere URINA, è più professionale, ma vogliamo mettere quando è più carino “pipì”??).


Capita però che questi batteri proliferino, si moltiplichino, e si espandano fino a risalire alla vescica infiammandola.

I sintomi sono inconfondibili: bruciore, bisogno di far pipì urgentemente e spesso, dolore, a volte perdite di sangue.

I batteri che causano l’infezione, abbiamo detto, provengono dall’intestino e si chiamano patogeni o opportunistici (Escherichia Coli in testa, ma anche Klebsiella, Proteus, Stafilococchi). La loro massiccia presenza è data da un squilibrio intestinale detto disbiosi, dall’uso di antibiotici, da uno scorretto stile di vita o da un’errata alimentazione.


Ma il punto sul quale vorrei soffermarmi è: la cistite perchè non passa?

Anzi, perchè ritorna?


Perché la curiamo solo quando si manifesta in tutta la sua dirompente aggressività e ci dimentichiamo che è la PREVENZIONE la giusta strada.

L'alimentazione, l'intestino in equilibrio, un'ottima igiene e qualche strategia che ci renda libere, finalmente!

Siete pronte? Datemi la mano e vi porto laddove la cistite non esiste: LA FITOTERAPIA.


Come prevenzione, LA PILOSELLA: diuretica e antinfiammatoria, è ricca in flavonoidi che permettono l'eliminazione rapida di composti azotati e cloruri... Insomma, una bella "doccia interna" che spazza via germi e infiammazione.

In più sgonfia tutta la linea e contrasta la cellulite.


Che altro desiderare nella vita se non un bel litro d'acqua con qualche goccia di pilosella, tutti i giorni?


L'UVA URSINA: la prima e più importante pianta a venirci incontro in caso d'infezione da cistite. È ricca di un principio attivo chiamato arbutina, vero disinfettante di tutto il tratto urinario. Si assume in decotto o, se siete pigre e non avete tempo, in tintura madre (ma ricordate che bere, in caso di cistite, già risolve il 50% del problema!).


I SEMI DI POMPELMO in estratto combattono ben 800 ceppi batterici grazie all'azione simil-antibiotica, compresi quelli responsabili della cistite. Rapidamente, aggiungerei!


Il famoso MIRTILLO ROSSO o CRANBERRY è un antinfiammatorio potente che, grazie all'acido citrico, alle antocianine, e ai polifenoli, crea una protezione che impedisce ai batteri d'attecchire e di proliferare. In capsule o in gocce, l'importante è fare il pieno, specie in fase acuta.


I PROBIOTICI:

Per loro vale un discorso a parte.


La ricolonizzazione intestinale, l'equilibrio del microbiota, una regolare evacuazione... In poche parole un intestino forte e ben popolato, non solo ci aiuta ad evitare le infezioni del tratto genito-urinario ma aumenta la risposta immunitaria in generale.

I migliori alleati? Lactobacillus Plantarum, Acidophilus, Rhamnosus.


E L'ALIMENTAZIONE?

Sana, please!

Indovinate cosa dovreste eliminare per primi? Esatto! Gli zuccheri!

Via i dolci ma anche i cereali raffinati e, in fase acuta, anche la frutta troppo zuccherina.


Via la carne rossa, il latte, il caffè e gli alcolici.

Direte "che vita di melma!". Ma non è peggio avere la cistite che vi piega in due?


Cosa mangiare, dunque?

Frutta a basso indice glicemico come mirtilli, lamponi, fragole. Crucifere come broccoli, cavolfiori, rucola e cavolo cappuccio per facilitare l'eliminazione delle tossine e verdure come finocchi, carciofi, cetrioli, sedano per favorire la diuresi.

Cereali pochi e senza glutine.

I fagioli neri azuki, li conoscete?

Sono un toccasana per reni e vescica e se li fate lessare anche la loro acqua di cottura è benefica.


Mangiate semi di zucca come snack perché sono potenti germicidi.

La proteina più adatta è quella del pesce.

Tanto. Soprattutto di mare aperto: sardine, orate, sgombri e branzini.


Al posto del caffè, ma anche del té verde e nero, prediligete il tè rosso o rooibos, ricco di vitamina c, ferro, zinco e magnesio e totalmente privo di teina.

In ultimo, la vera guerriera... L'ACQUA!


Bevetene almeno 2 litri a temperatura ambiente e lontano dai pasti, possibilmente arricchita di principi attivi benefici... Quelli delle piante, per esempio.


La nostra tisana per le vie urinarie è efficace fin dal primo giorno contro la cistite.

A base di uva ursina, malva, pilosella e ciliegio disinfetta tutto il tratto urinario e dona sollievo immediatamente.


Il Composto Forte DD aumenta la diuresi e favorisce l'eliminazione dei germi presenti nella vescica, anche i più affezionati e resistenti.


I probiotici che consigliamo sono Femelle di Bromatech, e Acidophilus di Prodeco... anche se una giusta ricolonizzazione intestinale va sempre valutata seguendo i vostri personalissimi " ritmi" intestinali.


Spero di avervi aiutato a capirne di più.

Ah, dimenticavo!

L'ingrediente più importante, quello che ci rende corazzati e più forti: la serenità.

Siate sereni!


Le vostre erboriste.



Scopri subito:

TISANA VIE URINARIE:

Decotto per la buona funzionalità del tratto urinario. Antinfiammatorio e diuretico.




Per acquistare clicca qui.









Scopri subito:

COMPOSTO FORTE DD:

Mix di piante sgonfianti e drenanti. Migliora la circolazione linfatica, combatte efficacemente l’infiammazione delle cellule adipose, lo stato edematoso e riduce la circonferenza di cosce e glutei. Favorisce il drenaggio dei liquidi corporei.




Per acquistare clicca qui.



Venite a trovarci in Viale Premuda 24, Milano.


- Roberta e Francesca Forte